About

Marco Rannisi Biography

donnaFIRMA.bmp

Amo l'arte nella sua essenza e nel suo più profondo concetto primario. La mia la creo al computer e soprattutto mi entusiasmo nel farlo e ad ogni creazione ne rimango sempre pienamente appagato e mi piacerebbe che tutti potessero provare un tale piacere nel fare qualcosa come quello che provo io quando creo sicuramente, so già di essere fortunato.

L'arte è fondamentale lungo questa nostra strepitosa e unica vita, l'arte e ciò che creiamo noi umani, le nostre tracce, la nostra eredità, insomma, l'arte siamo proprio noi stessi!

Mi presento: Sono un artista Italiano e creo arte ma i miei pennelli e la mia tela sono il mio computer. Adoro essere un artista mi appaga tantissimo, per me l'arte e fondamentale e prioritaria e senza di certo non mi sentirei completo, il mio "DOVERE" principale e di non arrestare mai la mia creatività e creare quante più opere possibili donando al mondo la mia visione artistica ma per un artista come me tutto questo non è una cosa facile, perché riuscire a rimanere fedeli a se stessi non distraendosi dalla propria arte rimanendo puri artisti in un era dove: in ogni cosa, in ogni luogo o per qualsiasi cosa è sempre o quasi solo questione di denaro non è sicuramente facile ma soprattutto il più delle volte direi addirittura IMPOSSIBILE! E visto che si vive una sola volta io mi ostino nel proseguire l'unico vero percorso che amo e che mi fa sentire completo e importante, quello dell'artista! Spero di poter incontrare veri amanti, collezionisti e stimatori d'arte che vengano conquistati dal mio stile e dalle mie opere e che quest'ultime possano cavalcare l'onda del successo e della popolarità raggiungendo quanto più occhi possibili di questo pianeta anche nell'angolo più remoto dello stesso, perché solo in questo modo potrò "viaggiare lontano e raggiungere le mie destinazioni". Come un cavaliere di altri tempi "il cavaliere delle forme e dei colori" spero tramite la mie opere di conquistare i vostri cuori.

"L'arte è l'emozionarsi oltre ogni ragionevolezza"   (M. Rannisi)